Incontro con l’ Autore Giuseppe Staffa

incontro con l 'autore giuseppe staffa

 

Lunedì 10 giugno 2019 dalle ore 18:30 alle 21:30 presso il Biblios Cafè

 Possono esistere gli zombie nel 1400, nella Milano in cui visse Leonardo da Vinci? E può un libro horror, potenziale best seller essere anche un gradevole e approfondito specchio del Rinascimento italiano? E può tutto questo essere il frutto di ben tre autori? Sì, se parliamo di «Leonardo da Vinci. Il Rinascimento dei morti» Newton Compton Editori.
Scritto da Giorgio Albertini, Giovanni Gualdoni e Giuseppe Staffa.

Giuseppe Staffa coautore sarà con noi.
Giuseppe Staffa
è nato a Roma nel 1973. Già consulente storico e archeologico per la trasmissione televisiva di RAI 3 Cose dell’altro Geo, dal 2014 collabora con le riviste «Focus Storia-Wars». e «Focus Storia». Con la Newton Compton ha pubblicato, tra l’altro, I grandi condottieri del Medioevo, I grandi imperatori, Le guerre dei papi, L’incredibile storia del Medioevo e I secoli bui del Medioevo.
Di seguito il link di tutte le sue pubblicazioni
https://www.newtoncompton.com/autore/giuseppe-staffa

Genere: Horror

Milano, settembre 1493. Leonardo da Vinci è chiamato a indagare su un cadavere sospetto. Durante l’autopsia, però, accade qualcosa di sconvolgente: la salma si rianima e assale lo studioso e gli assistenti. Scampato all’attacco, Leonardo viene convocato da Ludovico il Moro. Il potente signore di Milano lo mette a parte di notizie agghiaccianti: ciò a cui ha assistito non è che l’ultimo di una serie di casi che stanno terrorizzando l’Europa. Il duca gli affida allora una missione: andare a Roma per informare papa Borgia e coordinare le forze per contrastare ciò che sembra essere una feroce e letale pestilenza. Leonardo intraprende così un viaggio durante il quale dovrà fare i conti con una realtà deformata: i morti sono tornati sulla terra e hanno fame, fame di carne umana. A Firenze subirà gli assalti della follia di Savonarola e stringerà amicizia con Michelangelo, prima di ripartire per la Città Eterna, dove altre difficili prove lo attendono. Per risalire alla inconfessabile verità e porre rimedio all’inferno scatenato.

C’è un modo per salvare Firenze, la città eterna e i capolavori del rinascimento dall’insaziabile fame dei morti viventi?

Il genio di Leonardo è alle prese con una terribile minaccia sovrannaturale: i morti tornano in vita…

Recensione:
In questo romanzo ritroviamo la geniale figura di Leonardo da Vinci, all’interno di un’opera che richiama a sé più generi: quello storico, quello avventuroso e infine in maniera preponderante, il genere horror.
In “Il rinascimento dei morti”, gli autori fanno vivere in chiave romanzata e fantasiosa un’epidemia di morte grigia che colpì l’Europa alla fine del 1400. Mescolando tra loro fatti storici, personaggi noti realmente esistiti, e un pericolo mortale, sconosciuto e spaventoso, creano un’opera accattivate, che si segue con interesse e curiosità.
Scritta su più piani temporali, il lettore si trova nella posizione privilegiata di conoscere i motivi che hanno scatenato la terribile epidemia, un minaccia giunta da lontano, portata fino alle nostre coste dalla voglia di scoperta e di ricchezza. Una volontà di andare oltre i limiti imposti dal divino che ha scatenato una punizione terribile e inarginabile, una penitenza che porta il nome di Colombo e della sua spedizione alla ricerca di una strada per le indie. Come veniamo a leggere gli antefatti, una parte epistolare ci permette una visione completa dell’avanzamento della malattia nei diversi stati, insieme alle iniziative messe in atto per contenere ciò che non si conosce. Da qui eccoci a seguire il filone principale della narrazione, che vede protagonista Leonardo e i suoi sodali, che partendo da Milano su ordine e coercizione del Moro, hanno la missione di trovare una spiegazione al risveglio violento dei morti e sopratutto scoprire una cura efficace.
Avventura, ricerca, agguati e disperazione ci vengono proposti con una scrittura fluida e un linguaggio forbito che, in alcune parti, assume un suono arcaico ma comprensibile, che ci fa addentrare nell’atmosfera e nel tempo narrato.
Un finale sospeso dopo il faticoso raggiungimento di Roma e la scoperta di un segreto custodito gelosamente, ci fa rimanere con il gusto di sapere ancora, con una fame non saziata che attende golosamente il seguito.
I morti infestano il rinascimento. Chi scamperà alla loro voracità?
Tutto da leggere!
(Tatiana Vanini)

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2019/02/12/dai-fumetti-a-leonardo-tutti-pazzi-per-gli-zombie32.html

In contemporanea verranno esposte alcune opere di
Marco Pettinari Art and Design

https://marcopettinari.altervista.org/moonartexhibition/?fbclid=IwAR0YYrBDDKFkx1zDjrC2bLJELmUUOcgCAkW6NJ4P70q6EPViJGpTHvA3YSw

Vi aspettiamo.

Incontro con la scrittrice Maria Soresina

scrittrice Maria Soresina

 

PRESENTAZIONE del Libro
Come per i pesci il mare
Lettera sul Novecento: orrori, speranze, utopie, disincanti

Venerdì’ 17 maggio 2019 ore 18:30

Moretti & Vitali 2019
Presenza della scrittrice Maria Soresina

La mia patria, dice Dante, è il mondo, come per i pesci il mare. Il sogno anarchico di un mondo senza frontiere, senza Stati, senza guerre è il filo principale che attraversa questo libro e ne costituisce il messaggio essenziale: l’esortazione a non tradire l’anelito alla libertà e alla pace, a non lasciarsi ingannare dalle tante sirene, né fermare
dalle porte chiuse, dalla paura.
Altri fili concorrono a formare una tela complessa: la vita della madre viennese dell’autrice, raccontata al giovane nipote con il linguaggio semplice di una lettera, e il filo nero della storia del Novecento, i suoi orrori, i veleni seminati e tutt’altro che smaltiti, gli aspetti assurdi e grotteschi delle politiche di allora e di sempre.
È un libro profondo, coinvolgente, che fa riflettere ponendo il lettore di fronte a temi drammatici come l’antisemitismo, spinosi come il rapporto Israele/Palestina, attua- li come le migrazioni dall’Africa, dolorosi come le vicende familiari.
Maria Soresina, con la consueta libertà di pensiero che ha caratterizzato i precedenti libri su Dante, in queste pagine leva con fer­ vore la sua voce «contro»: contro le guerre, i razzismi, la violenza, i nazionalismi, le Chiese, i partiti e la nostra pseudo-democrazia. Anche contro il marxismo, che l’autrice vede in opposizione all’anima migliore della sinistra: l’anarchia non­violenta di Tolstoj e Landauer, che tante analogie ha con il mondo perduto dei catari e il bello viver di cittadini cantato da Dante.
BIOGRAFIA :
https://it.wikipedia.org/wiki/Maria_Soresina

http://www.segretecose.it/biografia.html

Il Viaggio diI Elizabeth Crew di Denise Miceli

ortigia cultura

ortigia cultura

IL VIAGGIO DI ELIZABETH CREW, di Denise Miceli

Moderatore e presentatore, Federico Di Pietro, responsabile giovani del centro culturale Cristiano di Lentini .

Elizabeth non è una ragazza come le altre; figlia di uno scrittore di origini americane, la cui personalità è schiacciata dalla moglie, sogna di lasciare il suo paese natale, situato nei pressi delle coste siciliane, vicino ad Ortigia, e di fuggire da un mondo che proprio non riesce ad accettarla.

La madre, non riuscendo a comprendere come mai la figlia si disinteressi alle attività che tanto piacciono ai giovani della sua età, la fa sottoporre a decine di visite mediche, per poi disinteressarsi alla sua educazione dopo essersi convinta che la figlia abbia dei problemi psichiatrici.

La lotta di Elizabeth fra sogno e realtà, fra desideri e concretezze della vita quotidiana, emerge nel corso del suo viaggio attraverso una serie di mondi fantastici.

La figura angelica che la guida attraverso queste realtà parallele, Gabriel, le presenta dei personaggi la cui storia, in parte, racchiude quella di Elizabeth e, in fin dei conti, quella di ogni essere umano: si tratta di personaggi appartenenti o al regno della fantasia (come nel caso di Atlante) o ad epoche passate (o addirittura future, come nel caso del vecchio che assiste alla fine del mondo).

La giovane dovrà quindi fare i conti con il tradimento, la delusione, il senso di vuoto che alberga nel suo cuore e, una volta adulta, quando Gabriel verrà nuovamente a farle visita, con la sofferenza tipica di una donna che, nonostante abbia raggiunto molti successi, non riesce ancora ad amare se stessa, a causa dell’eterno rapporto conflittuale vissuto con la madre. A differenza della sorella minore, Lisa, che si rifugia negli eccessi mondani per sfuggire al vuoto che giorno dopo giorno cresce dentro di sé, Elizabeth tenta di trovare un senso alla sua vita raggiungendo successi lavorativi e con gli sport estremi, ma non trova mai nulla che possa realmente appagarla.

Il perdono, l’amore e la fede rappresenteranno per lei la chiave per capire il senso del suo viaggio e, in fin dei conti, della vita stessa.

Casa editrice: Scatole Parlanti, gruppo editoriale Alter Ego edizioni

L’autore

Denise Miceli (Lentini (SR), 1992) è un tecnico della riabilitazione psichiatrica, specializzata in Scienze Riabilitative delle Professioni Sanitarie, e attualmente studentessa di Lettere Classiche. Vive a Lentini e a pubblicato il racconto Il gioco di una vita nell’antologia Storie Straordinarie per Vite Ordinarie (Multiplayer Edizioni), presentata al Salone Internazionale del Libro di Torino nel 2015.

Ha vinto tre concorsi letterari banditi dall’Associazione Pisano di Lentini (primo premio nella II edizione e secondo premio nella I edizione) e dall’Avis di Carlentini (secondo premio).

Lavora da diversi anni con pazienti psichiatrici adulti, organizzando delle attività riabilitative basate sull’arte e, in particolare, sulla lettura e sulla scrittura creativa.

Svolge delle attività di volontariato con gli adolescenti e i bambini tramite l’associazione Centro Culturale Cristiano e l’associazione Missione Paradiso, con cui svolge vari servizi.

Ha partecipato al corso di formazione Art educator-livello base, organizzato da Utet Grandi Opere.

 

In occasione degli eventi culturali che si terranno a Siracusa per celebrare la Giornata Mondiale del Libro presenteremo l’ultimo numero della rivista della rivista Notabilis, che quest’anno compie 10 anni di pubblicazione, il pomeriggio del 26 Aprile alle ore 18:30 presso il Biblios cafè

Notabilis è il quotidiano digitale integralmente dedicato
all' informazione culturale, con segnalazioni di eventi di arte, letteratura, musica, benessere, teatro, in tutta la Sicilia. Un'intera sezione riguarda poi le critiche, le interviste gli eventi.
Notabilis è la rivista culturale che racconta la Sicilia degna di nota, la sua cultura, che vive 
nell’arte, nel teatro e nella letteratura, nei suoi paesaggi e nelle sue tradizioni rinnovate, e il suo Life style che la rende unica e affascinante. Ma non solo, la Sicilia offre innumerevoli risorse, che 
aspettano chi sa coglierne l’essenza, per questo troverai analisi sempre attuali e mai banali. Tutto questo è Notabilis il Magazine.


Notabilis

Incontro con l’Autrice Eleonora Marletta

Incontro con l’autrice Eleonora Marletta

 

Gli elementi che, secondo l’autrice, servono per creare una poesia sono la delicatezza, la consapevolezza e una grande sensibilità. Le sue sono poesie dai temi diversi, nate da osservazioni e percezioni dirette su ciò che accade, di modo che l’opera conservi sempre una parte realistica. Sono state scritte per il lettore, affinché possa vederne e sentirne a sua volta i contenuti, e perché possa farle sue. Poesie spontanee, figlie dell’ispirazione del momento. Una scrittura attenta, costruita sulla costante ricerca ma anche sui termini cui l’autrice è particolarmente affezionata.

Titolo
Parole in gabbia
Autore
Marletta Eleonora
Editore
Altromondo Editore di qu.bi Me

Vi aspettiamo al Biblios caffè alle 19:00 insieme con l’AUTRICE

Gli elementi che, secondo l'autrice, servono per creare una poesia sono la delicatezza, la consapevolezza e una grande sensibilità. Le sue sono poesie dai temi diversi, nate da osservazioni e percezioni dirette su ciò che accade, di modo che l'opera conservi sempre una parte realistica. Sono state scritte per il lettore, affinché possa vederne e sentirne a sua volta i contenuti, e perché possa farle sue. Poesie spontanee, figlie dell'ispirazione del momento. Una scrittura attenta, costruita sulla costante ricerca ma anche sui termini cui l'autrice è particolarmente affezionata.    Titolo Parole in gabbia Autore Marletta Eleonora Editore Altromondo Editore di qu.bi Me  vi aspettiamo al Biblios  caffè alle 19:00 insieme con l' autrice.

Presentazione libro “Milioni di Stelle”

Un mix di ironia e di emozioni, la storia di Astrid.

Barbara Valenti presenta il suo libro “Milioni di stelle”
Biblios Cafè sabato 23 febbraio alle ore 18:30

Biografia.
Sono nata il 14 ottobre 1986 ad Augusta, dove vivo con la mia famiglia. Ho fatto il liceo classico e mi sono laureata in Giurisprudenza all’Università di Catania. Dopo la laurea ho svolto la pratica da un avvocato civilista e un tirocinio al Tribunale di Siracusa; nel frattempo lavoravo negli uffici amministrativi di un cantiere navale. Ho sempre amato inventare storie e scrivo romanzi da circa vent’anni, anche se quasi nessuno lo sapeva.

“Quarta di copertina”.
Astrid ha sempre amato la notte con i suoi bagliori. Da bambina restava incantata a guardare quelle piccole luci lontane, custodi di sogni e desideri. Aveva affidato loro la speranza che sarebbe stata sempre felice come lo era allora, certa che le stelle non avrebbero infranto quella promessa.
Solo che le cose sono andate diversamente e le vicende della vita hanno reso Astrid una giovane donna piena di fobie, rancori e una sola grande certezza: la felicità non esiste.
Astrid vive a Catania con le amiche Ofelia e Chiara, fa la segretaria in un’azienda e i suoi giorni scorrono in una normalità intorpidita e svuotata di speranza. L’unica soddisfazione è la pubblicazione del suo romanzo, Milioni di stelle. Come la protagonista del romanzo, Astrid è decisa a cavarsela da sola nella lotta contro la vita. Peccato solo che non abbia previsto l’incontro con “Il Bronzo” né i tanti avvenimenti che la costringeranno a fare i conti con il passato, mettendo alla prova la durezza del suo cuore…

Il seguente link, https://bookabook.it/anteprima/?pid=157057 porta direttamente all’anteprima del romanzo (non editata).presentazione libro biblica cafè

Te’ e Salute. Cerimonia del te’ giapponese.

Té e salute. Cerimonia del Té giapponese
Ti aspettiamo al Biblios Cafè per assistere alla tradizionale cerimonia del tè, del “drago della montagna” cerimonia che risale all’epoca Ming nel 1600, a cura dell’Associazione culturale La Casa del Tè di Raddusa, condotta da Salvo Pellegrino, maestro di cerimonie e fondatore della Casa del Tè
mercoledì 23 gennaio alle 19:00
costo degustazione 3 euro.

“La filosofia del tè non è un banale estetismo, essa ci aiuta ad esprimere, insieme all’etica ed alla religione, il nostro modo di vedere l’uomo e la natura”.
Così affermava lo scrittore e studioso giapponese Okakura Kakuzo (1862-1913) nel suo libro ” The book of tea”.

A SEGUIRE

PRESENTAZIONE LIBRO
Il tè. Verità e bugie, pregi e difetti
di Gianluigi Storto (Autore), Salvatore Pellegrino (Autore)

Caldo, a metà mattina, in una piovosa giornata d’inverno. Fragrante nella pace di un giardino in primavera. Fresco refrigerio di una calda giornata estiva. Meditativo in un pomeriggio autunnale. Da secoli il tè accompagna i nostri momenti quotidiani, attraversando indenne capricci imperiali e miserie operaie: magari trasformandosi, adattandosi e piegandosi anche alle mode del momento, ma senza mai scomparire, senza mai abbandonare quella posizione consolidata che l’ha reso unico, la bevanda più nota e apprezzata, la più consumata al mondo.

“Il tè. Verità e bugie, pregi e difetti” è un libro per chi ama il tè, per chi vuole imparare a conoscerlo, per chi vuoI fare chiarezza sulle molte leggende e dicerie che lo circondano.

Tutte le Tisane e i Tè ( biologici) che vengono somministrati e venduti al Biiblios Café provengono dalla Casa del Tè di Raddusa (CT)
VI ASPETTIAMO NUMEROSI

via del Consiglio Regionale n 11, Siracusa –  Ortigia

Presentazione del libro “La scatola di cioccolatini” con l’Autrice Mariacristina Di Pietro

Venerdì 30 Novembre ore 18:30
Il titolo è “La scatola di cioccolatini” scritto da Mariacristina
Di Pietro ed edito da Vertigo Edizioni. La casa editrice si appoggia a Messaggerie Libri per la distribuzione.
Sarà presente L’Autrice.
 
SINOSSI
Quando riapre gli occhi, non ha la più pallida idea di cosa le sia successo. Non ricorda il suo nome o come sia arrivata in quella misteriosa biblioteca sull’acqua. Alla ragazza di circa sedici anni, contesa tra una donna gentile e degli agenti interessati alla sua storia, viene offerta una seconda possibilità nel tentare di ricostruire i pezzi della sua vita, come si fa con le tessere di un puzzle. Pesciolina, col suo tenero soprannome, scoprirà così un intreccio estremamente complesso, tra il passato e il presente, che la porterà di fronte a difficili scelte e sconvolgenti verità. Il suo spirito anticonformista e la sua lucida razionalità le permetteranno di ambientarsi in una realtà per lei inusuale e sorprendentemente piena di sfaccettature? Con una scrittura appassionante, ma sempre lieve e sinuosa, Mariacristina Di Pietro ci dona un romanzo eccezionale, capace di trascinarsi tra le sue pagine, rivelazione dopo rivelazione, tenendoci avvinghiati alla sua trama, dall’inizio alla fine.
 
BIOGRAFIA
Mariacristina Di Pietro siciliana nel sangue e catanese nel vissuto, classe 1999, amante delle parole che governano il mondo di carta. Mariacristina Di Pietro è una studentessa a tempo pieno con un’indescrivibile passione per la lettura. Dopo aver conseguito il diploma al Liceo Scientifico, si iscrive all’Università di Biotecnologie per coltivare il suo sogno di diventare ricercatrice. Tra un’ora e l’altra si concede, tuttavia, un momento per ritrovare se stessa tra le pagine di grandi classici, storie fantasy e distopiche. Con il suo primo libro ha intenzione di abbattere finalmente il muro della timidezza, tentando di ricoprire per una volta il ruolo di autrice.incontro con l 'autrice

“Antrasatta. Musica e poesia in ogni tempo e luogo.”

Ecco qua cosa dice: “Giovanni Ferdinando Giudice,
scrittore, poeta, pittore, vive e lavora a Siracusa.
Il suo habitat preferito è Ortigia. Moltissime le sue pesie, tutte manoscritte in lingua italiana e siciliana. Notevole la sua produzione nel campo artistico.
Sua la creazione della onlus “Johannes” finalizzata all’assistenza sociale e sociosanitaria. La famiglia Giudice è molto conosciuta a Siracusa e non solo: vanta una storia molto antica e importante per la tradizione ebraica: testimonianza ne è il “Palazzo dei Giudici”, in via Dione, che reca le stelle di David raffigurate nel portone ligneo.

Questo evento è dedicato a tutti coloro che vogliono soffermarsi a guardare il mondo con occhi diversi.”

Vi aspettiamo venerdì 23 novembre 2018  dalle ore 18:30 alle 21:30

Biblios Cafè

Via del Consiglio Reginale, 11, 96100 Siracusa

Conversazione sul libro di Mario Barcellona

INCONTRO CON L'AUTORE

Sarà presente l’ Autore.
Seguirà il dibattito.

venerdì 9 novembre ore 18:30
IL COLLEGIO SICILIANO DI FILOSOFIA
PRESENTERà AL Biblios Cafè
IL LIBRO DI
Mario Barcellona

Dove va la democrazia

Scenari dalla crisi
All’origine dell’attuale crisi della democrazia sta una mutazione antropologica che ha riportato le relazioni sociali a una cifra quasi prepolitica. Alle molteplici solidarietà della società di un tempo ha sostituito una universale singolarizzazione, che segna un ritorno alla dispersa multitudo hobbesiana e rende la società impolitica e, perciò, irrappresentabile. Si annuncia, così, una democrazia singolare, senza politica e senza rappresentanza, che produce disincanto e rancore e sussidia la moltitudine degli esclusi perché si rassegni a una interminabile precarietà. Può, e come, la società tornare a pensarsi politicamente e a organizzare di nuovo la propria rappresentanza, e dunque oltrepassare la singolarizzazione?

Mario Barcellona
Professore di Diritto civile nell’Università di Catania. Da tempo si occupa del rapporto tra diritto, economia e società in una prospettiva teorica che muove dall’evoluzione dei sistemi sociali e si confronta con il pensiero che la indaga. A queste riflessioni generali ha dedicato molte pubblicazioni, tra cui: Diritto, sistema e senso. Lineamenti di una teoria (1996), Critica del nichilismo giuridico (2006), Il nichilismo giuridico, la forma del diritto moderno e il nuovo sovrano (2007), L’interventismo europeo e la sovranità del mercato (2011) e Tra impero e popolo. Lo Stato morente e la sinistra perduta (Castelvecchi, 2017).

Via del Consiglio Reginale 11
info@biblioscafe.it
0931 61627
Aperto tutti i giorni, dalle 16 alle 22. Chiuso il martedì.

©2017 Biblios Cafè. Via del Consiglio Reginale 11, Siracusa 96100